Vai al contenuto

Il battiscopa. A filo!

La notizia è freschissima, per la precisione proprio di stamattina.
Ho finalmente risolto ogni problema con uno degli elementi architettonici da me più odiati: il battiscopa!
Ne è passata di acqua sotto i ponti dai tempi in cui scrivevo il post più letto di Archidipity, proprio su questo oggetto così difficile da integrare con qualsiasi stile di interior design.

Da allora, gli zoccolini battiscopa si sono alzati, abbassati, ispessiti e assottigliati. Ma il succo del discorso è rimasto identico: il battiscopa costituisce un vero e proprio tema progettuale, in grado di influenzare la percezione dello spazio nel suo complesso.
E come tale, è in grado di fare la differenza.

Piccolino o altissimo…

…imponente o quasi invisibile…

…ogni soluzione conferisce uno stile preciso all’ambiente.

Ma guardiamo con attenzione la seconda immagine qui sopra: il battiscopa è A FILO. Ciò significa che lo zoccolino non sporge rispetto al piano del muro, che non si forma quello sgradevole gradino che spesso è anche ricettacolo di polvere e animaletti, che il design è decisamente lineare e pulito.
Una figata [si può dire figata?] pazzesca, diciamolo.

 – Ma la scoperta dov’è? – mi chiederete voi.

Fino ad oggi – nel mio immaginario personale – una soluzione del genere era ottenibile solo grazie alla perizia manuale di un geniale e paziente artigiano che assecondava i sogni segreti dell’architetto pazzoide di turno.

img_4949

Oggi ho scoperto che, grazie ad un profilo come quello nella mia mano (prodotto da AGS-systems s.r.l.), la realizzazione della mia-soluzione-preferita diventa estremamente facile. Il montaggio semplice e rapido è facilitato dal sistema di giunzione angolare brevettato, può essere installato all’altezza che si desidera e ‘riempito’ con il battiscopa che si preferisce.

Insomma, problema risolto!
Ciao ciao battiscopa…

Credits: la mia board Pinterest dedicata!

7 risposte »

  1. Ritengo che sia una soluzione molto bella e tecnicamente fattibile, anche se in una ristrutturazione dai muri parecchio storti o in un’edilizia tradizionale, col mattone, è costosa in tempi, precisione e vincolo sulle “varianti in corso d’opera”.
    Esiste anche la versione con striscia led (segna passo) che crea delle cornici di luce mica male.

    Ciao
    Maurizio

    Mi piace

  2. Buonasera mi scuso per l’ora ho comprato casa e sono in fase di ristrutturazione ma sono molto indecisa la pavimentazione scura mi piace ma ho paura di osare dato che ho la camera da letto classica e poi anche paura che non mi piace l’effetto dato che la casa in cui abito da 15 anni è tutta ambientata su colori caldi invece adesso comunque mi dovrei indirizzare verso colori freddi pure un’altra cosa il rivenditore del rivestimento insiste con un formato 80 per 80 e il battiscopa non uguale al rivestimento ma bensì uguale alle porte bianche mi aiuti sono nella confusione più totale grazie mille aspetto una vostra risposta

    Mi piace

    • Buonasera. Per il battiscopa confermo: uguale alle mostre delle porte! Per il pavimento, non mi è chiaro a quale materiale si riferisca. Per capire se il formato è idoneo, dovrei conoscere le dimensioni degli ambienti. Insomma, dovrei vedere la casa…

      Mi piace

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 352,028 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: