Vai al contenuto

Architè! Che fa, si commuove?

Sapete cos’è che mi commuove più di tutto in questo mestiere di architetto?
Vedere un opera che nasce , cresce, viene inaugurata e vissuta.

Immaginare che un giorno su quel massetto sporco e gelido, proprio lì, qualcuno riderà piangerà griderà salterà.
E quella carpenteria metallica che io tanto amo diventerà parte della vita di famiglie che neanche ne immagineranno l’esistenza.

Nessuno immaginerà nemmeno la fatica che c’è stata, fatica di uomini e donne che hanno trascorso giornate intere nella polvere, al caldo e al freddo.
Per costruire un contenitore di vite, di gioie e di dolori.

Questo è ciò che più mi commuove di questo mestiere.

Expo

Basta però un veloce pensiero ad Expo 2015 per trasformare ogni commozione in rabbia indignazione vergogna.
Ma, tranquilli …mancano solo 184 giorni…

Credits: Expo2015 website.

8 risposte »

  1. Mi sembrano le stesse vicissitudini toccate alle strutture per i Mondiali di nuoto a Roma (era il 2009?). E vi ricordate i Mondiali di calcio ’90? Lavori spesso inutili e consegnati all’ultimo secondo. Mazzette prese sulle sovradimensionate strutture metalliche costruite a copertura degli stadi. A tal proposito, ho il dente un po’ avvelenato: sul bellissimo stadio S. Paolo di Napoli campeggia una ferraglia che mi ha tolto la vista su Ischia e Procida!! La cosa che più indigna e sconforta, al di là della corruzione e della incapacità di gestire cantiere così grandi, è il destino di oblio e di sottoutilizzo di tali opere. Forse a Milano sarà diverso… Bah, speriamo.

    Mi piace

  2. Sull’Expo si potrebbero dire un sacco di cose. Personalmente, la mia rabbia è tanta perchè gli scandali, il malaffare, il cui eco continuerà anche durante e dopo l’evento, tenteranno di coprire anche quello che c’è di positivo in questa expo (dal numero di paesi africani partecipanti, il numero di padiglioni nazionali, le organizzazioni coinvolte, le innovazioni nella gestione come i raggruppamenti tematici).
    Sul cantiere del sito espositivo, pur avendo fino a poco tempo fa molti dubbi e timori, sono comunque ottimista: i progressi fatti in pochi mesi sono grandissimi e si concluderà in tempo. Molto dipende ora anche dai singoli paesi che con le proprie maestranze stanno edificando i padiglioni.
    Da un po’ di tempo seguo attivamente i progressi, qui troverete molti appassionati che aggiornano costantemente questo forum con le notizie dal cantiere.
    http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=1565298

    Mi piace

  3. Io mi entusiasmo solo per il fatto di disegnare le carpenterie di cui parli, e non ho nemmeno partecipato alla progettazione. Non oso immaginare come sarà avere la maternità di progetto realizzato (lucciconi al sol pensiero)!

    Mi piace

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 357,670 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: