Vai al contenuto

Architè! Ma lei, è formata?

Professionalmente parlando, ovvio.

Mesi e mesi di riflessione su questo argomento, che vado ad esporre in parole semplici.
Entro il 31 dicembre gli architetti, quasi* di ogni ordine e grado, devono acquisire 15 crediti formativi. Ovvero, 15 ore di corso di aggiornamento.

| *quasi, in quanto i neolaureati no, non ne hanno bisogno.|

Ed ecco che la furia di Architè esplode…

Ma dico, so’ 24 anni che esercito ‘sta faticosa professione. Aho, ve nti qua ttroh, non due tre.
Ed ora, si nun perdo 15 ore a sentimme racconta’ come se ristruttura un appartamento – o come se mette l’impermeabilizzazione, o come se fa un tuitt – nun posso più esercita’.
Ma che, davvero???

No, non sto esagerando. Nè sto drammatizzando.
Io, e come me migliaia di colleghi, devo dimostrare di aver frequentato 15 ore di corso – 15 per quest’anno, 20 dal prossimo – di aggiornamento su temi qualsiasi.
Altrimenti rischio il richiamo da parte dell’Ordine professionale, e, nel caso di reiterazione, la radiazione.

Quindi, deduco: per esercitare non serve dimostrare di saper fare l’architetto. Basta fare ‘ste quindici orette.
Mi domando anche: ma chi è il cliente che ne chiede l’evidenza? Ci sono clienti che non conoscono nemmeno la differenza tra un architetto con laurea quinquennale o triennale… Figuriamoci se te vengono a domanda’ se c’hai i crediti formativi!!!

così, mentre ti sbatti per riuscire ad accedere ad uno de ‘sti corsi ultra interessanti, scopri che sono già tutti esauriti. Quelli gratuiti.
Esauriti da neolaureati, che s’avvantaggiano. E che nun c’hanno gnente da fa’ in quanto disoccupati.
Con il risultato che loro, senza esperienza, saranno ultraformati, mentre noi, lavoratori da sempre, senza crediti saremo messi all’indice.

Certo, ci sono anche i corsi a pagamento. 10 /ora circa, per un totale di almeno 150 . Detraibili, eh!
Ovvero, tu paghi, io te formo e te certifico.
A me, me pare tanto ‘na tangente. O no?

Chi ci guadagna da tutto questo? Non gli architetti.
E nemmeno i clienti, che nulla sanno di tutto ciò.
Quindi, chi guadagna? Forse chi organizza i corsi? Forse.

A cosa serve tutto ciò? Boh.

Ma n’era più facile chiedere ai professionisti la prova provata dell’esercizio della professione?
Tipo modificare le fatture emesse, indicando l’oggetto della prestazione professionale e la durata. Così combattevamo pure l’evasione.
Ma no. A noi in Italia ce basta farlo strano.

Ps: Fatemi un favore. Chiedete ai vostri architetti se c’hanno i crediti formativi!
Ps bis: e pure se c’hanno la laurea magistrale, va…

15 risposte »

  1. A scuola dovete tornare…così tornate bambini…
    Mi pare giusto che quelli gratuiti siano per i neolaureati senza soldi, senza esperienza, senza clienti, senza tutto.
    Certo che il titolo, senza la precisazione iniziale, era un po’ equivoco.
    Se l’architetto non ha i crediti formativi che faccio? Pretendo uno sconto?
    Ciao

    Mi piace

  2. il racket dei corsi formativi.
    Noi abbiamo l’obbligo anche di 4 crediti all’anno su “deontologia e compensi”, peccato che fino ad ora abbiamo organizzato solo 2 convegni e con pochissimi posti!!!
    Ma come si fa a lavorare così????

    Mi piace

  3. Hai colto nel vivo. Io quest’anno me la cavo perché mi sono iscritta a gennaio all’ordine (non sono neolaureata però! ) ma dall’anno prossimo che mi invento? Lavoro da dipendente e arrotondo con la libera professione nel weekend ma i convegni sono sempre organizzati durante l ‘orario di ufficio e quindi se voglio partecipare devo prendere un permesso di almeno 4 ore. In più costano un sacco e non me li posso permettere, ma se non li frequento tra un po’ non posso fare nemmeno quel po’ di lavoro che faccio! È un circolo vizioso.

    Mi piace

  4. Certo che dopo una laurea quinquennale e l’esame di stato (perché non bastano 30 esami e cinque anni di supplizio) la radiazione dall’ordine perché non si hanno i crediti, francamente mi sembra esagerato! Ma gli architetti che circolano liberamente in Europa se vengono in Italia i corsi per i crediti li fanno?

    Mi piace

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 357,672 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: