Vai al contenuto

Le it-lamps di Flos

Siamo o non siamo sempre pronti ad essere aggiornati sulle ultime it-bags?
Gli uomini per essere certi di fare il regalo giusto, le donne per essere certe di ricevere il regalo giusto, ci ritroviamo tutti a studiare le classifiche delle borse più trendy del momento.
Ebbene, è arrivato il momento di parlare delle it-lamps: oggi è proprio il giorno giusto per parlare di must-have in fatto di lampade ed illuminazione!!!

E come non citare Flos tra i mai-più-senza del mese? Anzi, del secolo…
Una casa di design non può non ospitare almeno una delle lampade prodotte da questa azienda che ha scritto, appunto, la storia del design, annoverando tra i suoi designers i nomi più importanti del secolo.
Nei suoi cataloghi c’è letteralmente l’imbarazzo della scelta. È per questo che ho fatto per voi una breve selezione di lampade Flos.
Così, tanto per levarvi dall’imbarazzo!

Comincerei con le novità ultratecnologiche.
La lampada da terra Kelvin LED F di Antonio Citterio è, a dir poco, sensazionale nella sua semplicità. Disponibile in tre colori (antracite, nero e bianco), monta una lampadina LED e pesa soli 3,8 kg. E’ perfetta accanto a qualsiasi divano e con qualsiasi stile di arredo. E, come se non bastasse, è disponibile anche nella versione da tavolo e mini.

E poi, potevo non citare Philippe Starck con la sua D’E-light? Il designer sempre al passo con il progresso ha pensato una lampada che ci permettesse di essere sempre connessi con il resto del mondo. Il suo design estremamente funzionale mette insieme la freddezza dell’alluminio, la luce LED e la capacità di ricaricare i diversi dispositivi digitali, facendone una lampada perfettamente contemporanea. E bella!

Per passare ai classici, non dimentichiamo le mie amatissime Parentesi o Aim.
E poi, Taraxacum e Fucsia, entrambe di Achille Castiglioni: chi non le conosce?

Ma ce n’è una che proprio mi manda fuori di testa. Una che ancora non possiedo.
-Perché, in effetti, ehmm… di quelle citate, ehmmmmmm… qualcuna è già in casa mia!-
Lei è una lampada da tavolo e si chiama Taccia. Fu disegnata da Achille & Pier Giacomo Castiglioni nel lontano 1952. Ed è assolutamente attuale.
È grande (alta 54 cm con un diametro di 49.5 cm), con una spiccata personalità che la rende perfetta in ogni ambientazione. Tanto basta Lei!
Disponibile nera od in alluminio anodizzato, anche Taccia ormai monta una lampada LED.

Riflettore in metallo verniciato di colore bianco lucido, diffusore orientabile in vetro trasparente soffiato a bocca, corpo in alluminio estruso verniciato di colore nero opaco o anodizzato argento, base di acciaio lucidato: sono o non sono caratteristiche sufficienti a giustificarne un prezzo non proprio alla portata di tutti???
Io penso di si. Ma ora tocca convincere mio marito…

8 risposte »

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 360,187 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: