Vai al contenuto

Paola Lenti e i suoi tappeti | Paola Lenti and her rugs

| English version below |

I tappeti…. uh, che brutto oggetto!
Mi fanno subito pensare alla polvere che vi si annida.
E a quei preziosissimi eppure orribili (per me!) tappeti persiani che popolavano le case delle mie nonne.
E che sono ancora sui pavimenti della casa dei miei genitori! [Per fortuna c’è una simpatica labrador che sta provvedendo a sistemarli a dovere!!!]

Insomma, a me i tappeti non piacciono.
Ma, come in ogni regola c’è un’eccezione, anche per questa mia affermazione c’è una deroga.
Il suo nome è Paola Lenti. Ha fondato la sua società nel 1994, e, negli anni, è riuscita ad affermarsi nel mercato mondiale.
Produce splendidi arredi per interni e per esterni. E poi tappeti, tanti tappeti, tanti bellissimi tappeti.
Così belli da farmeli desiderare tutti, uno ad uno. Perché ognuno di essi ha la sua identità, la sua originalità. Tanto da sembrare pezzi unici.

Sono in produzione quattro diverse collezioni (Feltro, Area, Natural e High Tech) ed io ho fatto la mia personalissima selezione.
Consideratela come una letterina per Babbo Natale!!!

Incominciamo dalla collezione Feltro: tappeti assemblati e rifiniti a mano, i cui elementi vengono cuciti e mai incollati. La lavorazione sartoriale e la varietà di colori, dimensioni, decori a catalogo permettono di poter personalizzare ogni tappeto.

PaolaLenti, UNITO

Questo è Unito. Bellissimo nella sua semplicità, può essere realizzato con un solo strato di feltro o con due strati sovrapposti. L’unico decoro è la cucitura perimetrale a punto Cavallo.

Nella stessa serie c’è Fashion.

PaolaLenti, FASHION

Coloratissimo! Le strisce di feltro sono unite tramite un ricamo a punto Cordonetto, mentre la cucitura perimetrale è seguita a punto Pettine.
Non sapevo esistessero tutti questi modi di cucire!

Per la serie Area ho scelto quello che forse è il mio preferito: Crown.
I tappeti di questa serie sono il risultato di un complesso e minuzioso lavoro manuale. La lana vergine utilizzata proviene dalla Nuova Zelanda, e solo alcuni possono prodotti utilizzando in alternativa la seta. Figuriamoci che i disegni vengono realizzati dall’artigiano tramite un minuzioso lavoro con le forbici.

PaolaLenti, CROWN
Crown è realizzato con la tecnica dell’hand tufting, una sorta di tecnica moderna per la realizzazione di tappeti a mano. Questo tappeto può essere in lana o  con fondo in lana e decoro in seta. Io lo adoro!

Passando alla serie Natural, c’è Spin. Altro tappeto spetta.co.lare!
I tappeti di questa serie vengono prodotti con materiali diversi, che vengono lavorati per formare corde, trecce e maglie tubolari. Sono tutti resistenti alla luce e all’usura, e sono tappeti unici per la loro estetica e funzionalità.

PaolaLenti, CROWN

Spin è realizzato a mano con elementi in corda in lana tinta unita. La corda è cucita ed avvolta a mano per creare i moduli, che, assemblati, costituiscono il pattern del tappeto. Ed è perfino indicato per zone soggette a passaggio elevato.

Nella stessa serie, c’è anche Shang.

PaolaLenti, SHANG

E’ realizzato a mano con una corda in lana tinta unita. La lavorazione ed i decori sono talmente preziosi che è sconsigliato per le zone ad elevata percorrenza. Bellissimo pure lui!

In ultimo, la serie High Tech. Sono tappeti realizzati con filati esclusivi che ne rendono possibile l’utilizzazione in aree all’aperto.
Guardate Giardino

PaolaLenti, GIARDINO

Un vero giardino, vero? Il ricamo viene eseguito con una treccia piatta su una rete di supporto.

Immagino che a questo punto sia chiaro perché io sia disposta a superare i miei pregiudizi pur di avere un tappeto Paola Lenti.
E chisseneimporta della polvere!!!

Credits: tutte le immagini sono tratte dal sito Paola Lenti.

| Rugs…. uh, what a bad object!
They make me immediately think of the dust that lurks.
And to those precious yet horrible (for me!) Persian rugs that lived in the houses of both my grandmothers.
And that are still on the floor of my parents’ house! [Luckily there is a nice labrador that is arranging to fix them properly!]

So, I do not like carpets.
But, as in every rule there is an exception, even for my statement there is an exception.
Her name is Paola Lenti. She founded his company in 1994, and over the years has managed to affirm in the global market.
It produces beautiful furnishings for interiors and exteriors. And then rugs, many rugs, many beautiful rugs.
So beautiful to desire them all, one by one. Because each of them has its own identity, its originality. So as to appear unique.

There are four different collections (Felt, Area, Natural and High Tech) and I have done my personal selection.
Think of it as a short letter to Santa Claus!

Let’s start from the collection Felt: rugs assembled and finished by hand, the components of which are stitched together with threads, never glued. The tailor-like production and the variety of colors, sizes, patterns in the collection allow you to personalize each rug.

PaolaLenti, UNITO

This is Unito. Beautiful in its simplicity, is available in either a single or a double layer of felt. The only decoration is the the Punto Cavallo border stitching.

Fashion is in the same collection.

PaolaLenti, FASHION

Colorful! The felt strips are sewn together with Punto Cordonetto embroidery, and the border features Punto Pettine.
I did not know there were all these ways to sew!

For the collection Area I chose what is perhaps my favorite: Crown.
The rugs in this series are the result of a intricate and highly precise hand-made process. The wool used comes from New Zealand, and some products may alternatively use Royal silk yarns. Imagine that the designs are made by the craftsman through cutting and shaping with shears.

PaolaLenti, CROWN

Crown is a hand tufted rug, a kind of modern technique for the realization of hand-made carpets. This rug can be produced in wool or with wool background and silk design. I love it!

Turning to the Natural collection, there’s Spin. Another ex.tra.ordi.nary carpet!
Rugs in this collection are produced with different materials, which are kneaded to form cords, braids, knitted tubular fabrics. They are all resistant to light and long lasting, and are unique for their aesthetics and functionality.

PaolaLenti, SPIN

Spin is hand-made with a round wool cord available in solid colours. The cord is winded up and stitched by hand to create the elements, which, sewn together, produce the pattern of the carpet. And it is even suitable for high traffic areas.

In the same collection, there is also Shang.

PaolaLenti, SHANG

It is produced by hand with a round wool cord. The hand working and the decorations are so precious that it is not recommended for high traffic areas. Beautiful him too!

Finally, the collection High Tech. Rugs are made with exclusive yarns that make it possible to use in outdoor areas.
Look at Giardino

PaolaLenti, GIARDINO

A real garden, isn’t it? The embroidery is executed with a flat braid on a support net.

I guess at this point it is clear why I am willing to overcome my prejudices just to have a Paola Lenti rug.
And doesn’t matter of dust!

Credits: all images are taken from Paola Lenti web site.

4 risposte »

  1. Capisco che tu odi i tappeti persiani, che qualcuno lo comprerei se disegno e soprattutto colori mi ispirano. Però devo ammettere che quelli di Paola Lenti non mi hanno fatto scoccare nessuna scintilla. In particolare feltro e fashion mi ricordano una coperta (immagino che mi squalificherai per questo).

    Mi piace

  2. i tappeti persiani ricordano pure a me casa dei nonni e adesso pure quello di mia madre che ha ancora uno rosso come nuovo che mio nonno gliel’ha regalato tantissimi anni fa. basta dire che mio nonno non è piu in vita da 28 anni per capire. A me dire la verita piacciono piu quelli persiani che questi qui, sarà che sono ignorante nel campo arredamento. il feltro poi non mi piace proprio come stoffa, mi da fastidio il suo tocco. Cmq ho sempre pensato al tappeto come ad una noia che fatichi a mantenere pulito anche se d’inverno non dispiace. noi pero siamo tutti allergici percio evito. cmq, ne ho due piccolini di quelle con le vie di cars per far giocare i bambini che d’inverno me gli chiedono… come siamo finiti eh 😛

    Mi piace

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 348,902 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: