Vai al contenuto

Le case sulla spiaggia

Los AngelesComplici l’estate stentata ed una recente richiesta professionale, mi è capitato di approfondire il tema delle case sulla spiaggia.
Ed ho cominciato a fantasticare.
Di svegliarmi la mattina e fare un bagno prima di colazione, di godere del tramonto sul mare dal patio di casa, di vedere mio figlio correre libero verso la spiaggia, di dormire con il suono della risacca sullo sfondo dei sogni.
Ma anche quando fantastico, il mio essere architetto nel profondo mi condiziona.
Ed ho cominciato a pensare alla manutenzione continua di cui necessita una casa sulla spiaggia a causa della salsedine altamente corrosiva (attenzione a legno e ferro!). Alla pulizia dei vetri che si ricoprono immediatamente di una patina opaca. Alla sabbia che, con il vento, penetra in ogni anfratto. Al pericolo di avere il mare così vicino: mareggiate, onde anomale, addirittura maremoti (O_O). All’ansia di mamma che avrei, non riuscendo a perdere di vista il mio vivace figliolo neanche un istante.
Insomma, credo che la casa sulla spiaggia, nella realtà, non faccia per me.

Ma ho sofferto talmente tanto facendo questa ricerca che ho pensato di condividere tale tormento con chi mi legge! 😉

beach1

Inizio con gli elementi base, costituenti fondamentali del sogno: la spiaggia subito fuori di casa, un patio ombreggiato (io adoro le incannucciate ed il suono che emettono nelle giornate di vento), un’amaca ed una tavola apparecchiata. In questa immagine manca solo la bottiglia di vino bianco ghiacciato.

beach2

Bello, vero? Sono sicura che nessuno abbia notato il pavimento in tavole grezze non perfettamente unite, l’infisso in legno stinto dal sole, il tavolato esterno sconnesso, la sabbia minacciosamente vicina… 😀

beach3

Fantastica idea, quella di sedersi su quella panca a sorseggiare un aperitivo. Ma con il mare mosso che fine fa quel fantastico caminetto??

beach4

Bello. Bello il parapetto vetrato (da pulire tutti i giorni!), l’infisso che scompare completamente (almeno si sporca meno!). Ma la sabbia che si insinua nel binario dell’infisso scorrevole?

beach5

Bellissimo anche questo. Valgono le stesse osservazioni del precedente!

beach6

Beh, questa casa è proprio affascinante. Mi piace il vialetto in tavole di legno parzialmente ricoperto dalla sabbia portata dal vento (che sicuramente entra anche in casa…).

beach7

Mi piace il rivestimento in legno delle facciate esterne. E mi piace questa sensazione di maggiore protezione dal mare.

beach9

WOW. Qui c’è anche la piscina! Così, con vento forte, oltre al mare, dentro casa arriva anche l’acqua della piscina!!!

beach10

Concludo così, con l’immagine più poetica che ho trovato. Cercando di farmi perdonare le osservazioni decisamente poco poetiche fatte fino ad ora.
Non vorrei avere smontato tutto il fascino della casa sulla spiaggia, ma, nella realtà, io amo tanto la  montagna!!!!!!!

 

 

Le immagini: per saperne di più, basta cliccare sulla foto, o rovistare nel mio Pinterest.

Ps: qui la nascita di questi appuntamenti settimanali.

15 risposte »

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Sei curioso?

L'architettura a portata di mouse!

|architettura e formazione continua a portata di mouse|

Consigliato da Archidipity

|per non smettere mai di imparare|

Quanti siamo?

  • 339,236 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: