Vai al contenuto

L’Art Dèco

Proprio qualche giorno fa mi sono imbattuta in un Cliente che desidera vedere la sua casa ristrutturata in stile Art Dèco (qui la mia opinione).
Urge quindi un veloce ripasso della Storia dell’Architettura moderna.
Ripasso che intendo condividere con chi mi legge, ovviamente!

L’Art Dèco fu ufficialmente riconosciuto nel 1925, durante l’Exposition Internationale des ArtDécoratifs et Industriels Modernes di Parigi. Fu un movimento che interessò l’architettura, il design, la moda e le arti decorative nel loro complesso. La sua influenza durò fino agli anni ’40, per poi essere rivalutato negli anni ’60.
Questo stile può essere immediatamente riconosciuto per le sue linee eleganti, per le curve e forme geometriche che costituiscono i diversi elementi. I materiali che venivano utilizzati erano metallo, specchio, superfici laccate, legni. E i colori: dal classico bianco-nero fino a colori sgargianti come il giallo od il rosso.
Tanto per ricordare un esempio che abbiamo certamente tutti in mente, la guglia del Chrysler Building di New York riprende uno dei motivi tipici del movimento, ovvero quello dei raggi solari, che ritroviamo anche in opere molto diverse tra loro.

L’Art Déco District a Miami Beach è il luogo con la più alta concentrazione di edifici realizzati secondo questo stile. Stile che, confesso, non amo particolarmente, ma al quale riconosco un notevole fascino, soprattutto in un contesto come quello di Ocean Drive e zone limitrofe.

Dovendo incominciare a pensare al design di interni Art Déco, vediamo ora qualche immagine da cui trarre ispirazione.

artdéco1

Per prima questa immagine, emblematica per comprendere cosa sia l’Art Déco.

artdéco2

Un living in stile: il pavimento, il caminetto, le appliques, gli specchi… Perfetto nel suo genere.

artdéco3

Un altro esempio di zona giorno. Da notare questa volta il parquet a terra e le pareti verde salvia. E le fantastiche poltroncine!

artdéco4

Ancora un living. Tutto l’insieme concorre in modo eccellente a ricreare la giusta epoca, ma un elemento la fa da padrone: il lampadario. Niente male.

artdéco5

Zona giorno che mi ha colpito per gli arredi ed i complementi: eccezionale studio del dettaglio.
Faccio osservare i pavimenti di questi quattro living appena visti: parquet in diverse essenze oppure un pavimento bianco (marmo o grès o altro). Per dire che in ambienti Art Déco è ammesso anche il parquet! 😉

artdéco6

Una cucina Art Déco. Non mi sento di fare altri commenti. …… …… ……

artdéco7

Ancora un ambiente cucina. Notiamo che il mix di zona cottura in stile contemporaneo e zona pranzo in stile Art Déco non disturba.

artdéco8

Camera da letto Art Déco. Ecco, questo insieme mi pace molto. Belli gli arredi, chic l’insieme di colori, incantevole il lampadario.

artdéco9

Un’altra bellissima camera da letto. Colori, arredi… e, attenzione!, moquette a terra.

artdéco10

Un esempio di bagno, che è, forse, l’ambiente più semplice da realizzare secondo questo stile: piastrelle bianche-nere, qualche greca con il disegno giusto, sanitari e rubinetterie in tema, e il gioco è fatto.

artdéco11

Un bagno Art Dèco, si… ma cos’è che ci fa pensare agli anni ’30? I colori, la carta da parati, le luci, i rubinetti. L’insieme di elementi utilizzati evoca quelle atmosfere, ma, a guardare bene, ogni singolo elemento è ultramoderno. Quindi… bravi gli interior designers!

Vediamo ora qualche elemento di arredo.
Ho scelto queste due immagini, perché mi hanno subito riportata all’infanzia. Il mobile: non riesco a collocarlo nella memoria, ma sono sicura di averne toccato uno molto simile. Ricordo le sue forme sinuose, il legno liscio e lucido, il colore, e quella sensazione di non-mi-piace-molto-ma- tant’è… Ma dove fosse, proprio non lo rammento.

artdéco12

Invece, le poltroncine le ricordo perfettamente. Erano nello studio di mio nonno, serissimo ingegnere, ed erano rivestite, quelle come queste, di una stoffa con disegni geometrici. E, se avessi spazio, me le porterei a casa!

artdéco13

Allora. Cosa ho imparato da questo breve tour nell’interior design Art Déco?
Beh… ho confermato a me stessa che effettivamente non amo molto questo stile.
Ma ho anche trovato degli spunti fantastici per mediare tra un rifacimento manieristico ed un interno moderno tutto corian-inox-vetro.
Ed è questa la direzione che prenderò.

Però… una domanda… Sono l’unica a non amare gli interni Art Déco?

Le immagini: per saperne di più, basta cliccare sulla foto.

Ps: qui la nascita di questi appuntamenti settimanali.

13 risposte »

  1. Descrizione perfetta. Pienamente daccordo con te, non lo amo nemmeno io… Troppo freddo per me 😉 il mobile che dici di aver toccato lo aveva mia nonna lo ricordo benissimo insieme ad una cristalliera dello stesso stile. Daccordo con te anche sui lampadari e sulla camera da letto 😉

    Mi piace

  2. Ammetto che, in alcune sue forme, non mi dispiace del tutto: trovo i due living bianche che hai postato molto eleganti (specchi sagomati a pinguino a parte O_o) e porterei anche io a casa le poltroncine, anche quelle della seconda camera da letto. Nel suo genere, non male anche il secondo bagno. Il tutto mi ricorda le scenografie hollywoodiane dei film anni ’30!
    Sono sicura che riuscirai a trovare il giusto equilibrio!

    Mi piace

  3. L’unica notazione importante è che può ancora capitare di “imbattersi” in un Cliente. A quel punto il suddetto Cliente può anche chiedere una ambientazione assiro-babilonese. Ce la possiamo fare….baci

    Mi piace

  4. Non mi fanno impazzire, mi piace la simmetria delle proporzioni ma l’insieme e’ troppo freddo e retro per I miei gusti. Pero’ grazie per il tirocinio pratico, in effetti nell’altro post mi ero chiesta Ma come vorra’ la casa, questo??

    Mi piace

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Sei curioso?

L'architettura a portata di mouse!

|architettura e formazione continua a portata di mouse|

Consigliato da Archidipity

|per non smettere mai di imparare|

Quanti siamo?

  • 339,287 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: