Vai al contenuto

Le terrazze

Sarà questa improvvisa estate, sarà il post della scorsa settimana con tutto quel bendiddio, sarà pure che io ho due miseri balconi (utilizzati come deposito biciclette!), ma a me è venuta una gran voglia di immaginare terrazze terrazze terrazze.

Ho fatto un giro nel web, e non avete idea di quanto sia difficile trovare immagini di spazi esterni vicini ai nostri usi-e-consumi europei.
Saremo quindi costretti a sognare a lungo raggio. Che, per la moglie di un assistente di volo, non è poi così difficile. 😉

Incomincio però mostrandovi una esperienza personale: i bellissimi arredi EMU hanno contribuito a caratterizzare questa anonima terrazza destinata al tempo libero dei collaboratori di una nota azienda internazionale. L’obiettivo era quello di dare qualità allo spazio per invogliare all’uso dello spazio all’aperto per continuare a lavorare o per fare riunioni open air. Chissà se ci siamo riusciti…

terrazza, Roma, EUR

Ora partiamo per il viaggio intorno al mondo…

terrazzo

San Francisco, vista meravigliosa. Bellissimo il caminetto (bioetanolo?).

terrazzo

Ancora San Francisco. Bella la delimitazione in vetro, purché sia anti-sfondamento, anti-infortunistico, anti-proiettile e tutto ciò che può contribuire alla definizione più generica anti-bambino!!!

terrazzo

Chicago, bellissimo il contesto. Ma si riesce ad usare una terrazza così con quel vento? 😀 Da notare il pavimento e l’illuminazione notturna, che non è poi così scontata.

Bello il pavimento e bella l'illuminazione notturna.

Melbourne! Oltre ai grattacieli tutto intorno, mi colpiscono questi lunghissimi tavoli (si vede che al centro del secondo tavolo c’è una enorme glacette con le bottiglie di champagne già pronte?) e la disposizione delle fioriere.

terrazzo

Naples, Florida. Pavimento e soffitto bianchi, ventilatori a pale, lettini imbottiti… mancano solo caffè e giornale!!!

Avviciniamoci ora a zone più a portata di mano.

terrazzo

Pantelleria, dammuso sul mare. Basta il micro-tavolino, no?

terrazzo

Ancora Pantelleria. Mi piace l’uso di elementi semplici, come l’incannucciata per la copertura e le tende bianche per… boh… bellezza, direi!

terrazzo

Non so dire dove ci troviamo qui, ma il pavimento, i fiori, la stoffa delle poltrone, il tetto spiovente subito lì sopra, lo champagne (di nuovo!)… tutto perfetto!

Ora qualche accenno agli arredi per gli spazi aperti. Ho scelto tre esempi tra migliaia di oggetti fantastici, che nulla hanno a che vedere con i mobili in ferro di quando eravamo piccoli (Vi ricordate quelle sedie o tavoli in ferro verniciato che avevano infiniti buchini rotondi? Io mi divertivo ad infilarci il mignolo, che era della misura giusta!!!). Guardate che meraviglia questi…

 

E poi, vorrei concludere con l’immagine seguente, che dedico a mio marito.
Per fargli notare che non serve un terrazzo di 20 metri quadri per riuscire a goderselo….. 😀

terrazzo

 

 

Le immagini: per saperne di più, basta cliccare sulla foto.

Ps: qui la nascita di questi appuntamenti settimanali.

3 risposte »

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Sei curioso?

L'architettura a portata di mouse!

|architettura e formazione continua a portata di mouse|

Consigliato da Archidipity

|per non smettere mai di imparare|

Quanti siamo?

  • 339,287 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: