Vai al contenuto

La vasca da bagno

La vasca da bagno: oggetto del desiderio per molti.
Viene associata a momenti di relax, di profumi-candele-musica. A momenti dedicati solo a noi stessi.
Credo, quindi, che in ogni casa ce ne debba essere una, anche se poi la si utilizza due volte l’anno. Due volte che rimarranno indelebili nella nostra memoria!

Come tutti gli arredi, la vasca da bagno (o bathtub per gli anglofoni) ha subito un’evoluzione che l’ha portata a diventare un oggetto di design, che deve (dovrebbe…) corrispondere allo stile del resto della casa.
Siamo comunemente abituati a vedere vasche accostate al muro, rivestite con lo stesso rivestimento del bagno o con dei pannelli appositamente realizzati.
[Nel caso di vasche idromassaggio, i pannelli permettono l’accesso alla parte impiantistica della vasca. Qualora si volesse utilizzare un rivestimento, ricordiamoci di prevedere sempre una parte amovibile!].
Le vasche hanno di solito forme arrotondate e bordi sporgenti. Come quella nella foto qui sotto, che poi è la mia vasca (non chiedetemi come ho potuto montare un catafalco del genere, ne verrebbe un altro lunghissimo post! …maledetta impresa…).

VASCA DA BAGNO

Recentemente, come dicevo, i designers si stanno dedicando sempre di più a questo oggetto del desiderio, giungendo a forme e soluzioni innovative ed originali, quasi rivoluzionarie.
Vediamone qualcuna.

vasca da bagno

Una vasca ancora tradizionale, incassata e rivestita come la parete di fondo, ma con proporzioni che già ci fanno sentire aria di nuovo.

vasca da bagno

Un altro esempio di vasca tradizionale, resa moderna dai materiali circostanti e dalla sua forma di parallelepipedo regolare.

vasca da bagno

Ed eccoci alla vera novità dei nostri giorni: le vasche da bagno free-standing, ovvero libere, non incassate e non coperte da pannelli e/o accessori vari.
Belle. La continuità di pareti e pavimento permette di percepire lo spazio come se fosse più ampio.

vasca da bagno

Un’altro esempio di vasca libera-e-bella. Il contesto è un po’ meno bello del precedente, ma mi ha colpito la sua installazione sopra ad un pavimento galleggiante, con scolo nascosto: si può lasciare il rubinetto aperto e godere dell’acqua traboccante (ammesso che sia piacevole… però l’idea non mi dispiace!).
[E’ ovvio che fingo di non sapere che l’acqua non va sprecata!]

vasca da bagno

Eh beh… direi che c’è poco da aggiungere a questa immagine. Be lli ssi ma.

vasca da bagno

Questa è la variante antica delle vasche free-standing. Ovvero, vasca moderna con design che richiama le linee delle primissime vasche da bagno. Per chi ama il genere…

vasca da bagno

La mia passione! Si tratta di una vasca con le dimensioni di una grande doccia (1 metro x 1 metro), che può essere utilizzata in entrambi i modi.
L’ ho desiderata con tutta me stessa, l’ho anche inserita nel progetto della mia casa.
Poi ho scoperto il prezzo.
Ma rimane nel mio cuore!

vasca da bagno

E poi, tanto per aggiungere sogni ai sogni già fatti, un’altra tendenza che va alla grande: la vasca da bagno in camera da letto.
Che fa subito Spa, Beauty Farm, Resort 25 stelle Lusso.
Indubbiamente affascinante come idea, non riesco però a prescindere da alcuni possibili disagi: umidità nella stanza? cattivo odore dallo scarico della vasca? totale mancanza di privacy?
Insomma, forse ha più senso in un albergo che in una casa, no?

vasca da bagno

Ecco un altro esempio di vasca installata al di fuori del bagno. Esempio che ci introduce alle vasche idromassaggio.
Ormai sono pochissimi i clienti che le installano. Perché, presupponendo di usare la vasca due volte l’anno, il costo è tale da fare perdere l’entusiasmo!
In ogni caso, anche le vasche idromassaggio stanno diventando sempre più belle.

vasca da bagno

Questa vasca angolare, ad esempio, trovo che sia fantastica nella sua assoluta semplicità.

Ma, mi domando….

doccia

… cosa preferire, la bellissima vasca angolare di cui sopra o questa ultrasemplice, ultralineare, ultraminimale doccia?
Straordinarietà VS Quotidianità: questo il vero dilemma della vita! 😀

Per le immagini: per saperne di più, basta cliccare sulla foto.

Ps: qui la nascita di questi appuntamenti settimanali.

19 risposte »

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 357,670 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: