Vai al contenuto

Architè. Il diritto d’autore.

Bell’argomentino che me so’ scelta, eh?

Tutto nasce dalla redazione da parte mia di una bozza di contratto da proporre ad un cliente (perché anche gli architetti stipulano contratti con i clienti… ma questo è un altro discorso!). E cercando cercando in rete degli esempi, ho scoperto che tutti, ma proprio tutti, riportano la seguente dicitura:
La proprietà ed i diritti d’autore sono riservati al professionista a norma di legge. Il professionista ha il diritto di pubblicare tipi e fotografie dell’opera di cui é autore e, in ogni caso la pubblicazione o la divulgazione dell’opera progettata dovrà avvenire con il consenso dell’autore.
Ed aggiungo ‘Nel caso delle opere di architettura il pagamento dell’onorario professionale costituisce unicamente il corrispettivo per la cessione del diritto di utilizzazione economica dell’opera d’ingegno (progetto). In capo all’autore dell’opera (progettista) resta pertanto la titolarità del diritto morale d’autore, con la conseguenza che le uniche modifiche apportabili da terzi – in corso o a fine opera – sono quelle che non comportano pregiudizio all’onore o alla reputazione dell’autore o che siano qualificabili come “necessarie”.’ (dal sito dell’Ordine degli Architetti di Bolzano).

Ma che figata!!! …disse l’architetto cadendo dal pero…
Cioè, stiamo parlando del diritto di autore per opere dell’ingegno di carattere creativo, ed io non ne avevo idea!!!
Quindi ero io la prima a sottovalutare la mia professione creativa, ohibò!

In realtà, la questione non è poi così semplice. C’è molta ‘letteratura’ sul tema.
Sintetizzando, io-progettista rimango proprietaria dell’opera, anche e soprattutto nel caso di modifiche non necessarie, avendo quindi la facoltà di impedirle.
Inoltre, con il pagamento dell’onorario, il cliente acquisisce la proprietà del progetto, che può quindi utilizzare come meglio crede, fermo restando la mia ‘maternità’ dell’opera.
La divulgazione di immagini da parte di uno dei due soggetti coinvolti è invece un aspetto che non mi è chiaro. La legge dice ‘L’autore gode del diritto di messa in commercio o in circolazione della propria opera materiale’, ma non capisco se ciò sia applicabile anche alle foto di un’opera da me realizzata.

Insomma, posso o non posso far vedere a tutti le immagini dei lavori a cui ho partecipato o che ho realizzato come progettista incaricata???
Se io adesso ve sparo un par de foto de casa de quarcuno o der bilding progettato co’ ‘no studio milanese pe’ ‘na compagnia d’assicurazioni, che me fanno???

E siccome che non l’ho capito… ve beccate la foto dell’ultima casa completata, la cui padroncina è la mia amichetta, che non mi farà causa pe’ ‘ste tre foto piccole piccole!!!

Ps: se qualcuno ne sa di più… è il benvenuto!!!

8 risposte »

  1. Ma guarda che quello di cui parli è diritto civile. Sintetizzo: tu sei padrona (e resti padrona) dell’opera dal punto di vista creativo. Nessuno può firmarla al tuo posto, sei autore e non è una cosa che puoi cedere. Ma puoi vendere i diritti patrimoniali sull’opera: faccio un progetto su casa tua e ti vendo la possibilità di usarlo. Sulla pubblicabilità delle foto la questione è più difficile. Ci sono diritti di riservatezza anche dei proprietari. (Una estetista mica può pubblicare con leggerezza le foto delle spose truccate).

    Mi piace

    • Grazie Simone! Io sono assolutamente ignorante in materia legale, come avrai capito…
      Il mio grande dubbio è proprio sull’utilizzo di immagini. Certo, c’è la privacy, ma se io non indico nomi, indirizzi, ecc??? E, logicamente, non mostro persone, bambini… Non so proprio!!!

      Mi piace

    • Teoricamente trattandosi di opera creativa sviluppata nella proprietà immobiliare altrui una bella liberatoria non guasta…in tempi di guerra ogni buca e’ trincea. Ammazzate quanto sei brava…

      Mi piace

  2. Toc Toc! …permesso!?!
    Oggi come potevo esimermi???
    La mia casetta!!!
    Io la amo, davvero è una parte della mia vita e pure molto importante. È diventata il nido della mia famiglia, dove ognuno ha il suo posticino speciale!
    Quindi…..grazie e, naturalmente, non solo per questo!
    ❤ ❤
    P.s.: da cliente, come architetto la consiglierei a tutti!!

    Mi piace

  3. …ma non si vede niente! Secondo me è sacrosanto che tu possa mostrare le tue case. Perché non fai una richiesta ai tuoi clienti, a partire da Piera, di poter usare – e anche mettere online – un portfolio con alcuni tuoi progetti realizzati?

    Mi piace

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Patrizia Burato a Roma, RM, IT su Houzz

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Quanti siamo?

  • 360,337 coraggiosi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: